Giornata di studi “Progettare e/o proteggere?” - Parole chiave e indicazioni operative sul paesaggio piemontese

Come anticipato qui, la Regione Piemonte ha partecipato alla giornata di studi sul “paesaggio tra tutela e valorizzazione” organizzata il 5 dicembre scorso dal Museo del Paesaggio di Verbania. 

L’appuntamento è stato molto partecipato e la successione degli interventi ha fornito molti spunti di riflessione: dalla storia dell’arte alla sociologia, dal punto di vista del progettista a quello di chi valuta le proposte di trasformazione, il paesaggio si ritrova al centro del dibattito sulla contemporaneità. L’intervento di Giovanni Paludi, responsabile del Settore regionale Territorio e paesaggio, ha affrontato il tema del governo del territorio non solo con riferimento al Piano paesaggistico e al Piano territoriale piemontesi, che ne costituiscono i due strumenti cardine, ma inquadrandolo in una prospettiva storica e sociale che permette di comprendere le ragioni per cui il paesaggio è davvero un fattore determinante per la qualità della vita. Potete leggerlo qui: si parte dalla mitologia greca e si arriva… a Paesaggiopiemonte!

Il contributo di Sara Lyla Mantica, funzionario architetto della Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio per il Verbano-Cusio-Ossola, è stato particolarmente apprezzato perché si è concentrato sugli aspetti operativi della progettazione in aree vincolate, fornendo indicazioni utili ai professionisti sulle modalità di presentazione delle autorizzazioni paesaggistiche e inquadrando puntualmente le informazioni nel contesto del Codice dei beni culturali e del paesaggio. Lo trovate qui.

La giornata si è svolta a Casa Ceretti, una delle sedi del Museo del Paesaggio di Verbania. Qui sta per inaugurare una nuova caffetteria di quartiere: un modo innovativo per coinvolgere la popolazione in numerose attività (espositive, laboratoriali, teatrali, musicali…), che concorrono a favorire un approccio (ri)creativo alla sensibilizzazione sui temi del paesaggio.
Fate come noi: continuate a seguire il ricco calendario di iniziative del Museo!